Riflessioni /Eucaristia/Preghiere

Preghiere

La preghiera più¹ che una "scienza" è una esperienza, una esperienza d'amore. Luogo e tempo hanno allora importanza, così come l'assimilazione progressiva e soprattutto interiore della "Parola" scritta, per arrivare, a poco a poco, alla profonda Comunione con Gesù , vero Dio e vero Uomo, che è con noi sino alla fine dei tempi.

Pregare non è muovere le labbra, non è vivere momenti esteriori di culto, significa piuttosto sentire viva e palpitante la presenza di Gesù Cristo nel proprio io, nel cuore che biblicamente è la parte più intima di noi, la sede delle pulsioni, degli affetti, delle decisioni, della vita. E poi, arricchiti da questa Parola viva, chiara e precisa, parola di amore e di unione con i fratelli, cambiare la nostra vita.

I testi proposti sono preghiere davanti al Tabernacolo, proposte da Don Stefano Varnavà per aiutare il singolo e la comunità a riscoprire la profondità della meditazione e dell'Adorazione dinanzi a Cristo Sacramentato.

Ogni pagina è strutturata in quattro parti.
La prima ci offre la stessa Parola di Gesù rivolta al Suo visitatore, in un dialogo a tu per tu che stimola la riflessione.
La seconda, RIFLETTI, offre una traccia semplice di riflessione, particolarmente indicata per i ragazzi e i giovani.
la terza propone un breve brano della Parola di Dio come ci è stata trasmessa nella Bibbia.
Il quarto propone una preghiera, che può anche essere detta a cori alterni in un momento comunitario.


Il libro da cui sono tratte queste preghiere è ora disponibile nelle migliori librerie:
STEFANO VARNAVA', Vieni a trovarMi. Preghiere davanti al Tabernacolo per ragazzi e giovani, Editrice ELLEDICI, Torino 2005