Riflessioni /Eucaristia/Canti Eucaristici

I Canti

canto e musica liturgica


Mistero grande, l'Eucaristia! Mistero che dev'essere innanzitutto ben celebrato.
Bisogna che la Santa Messa sia posta al centro della vita cristiana, e che in ogni comunità si faccia di tutto per celebrarla decorosamente, secondo le norme stabilite, con la partecipazione del popolo, avvalendosi dei diversi ministri nell'esercizio dei compiti per essi previsti, e con una seria attenzione anche all'aspetto di sacralità che deve caratterizzare il canto e la musica liturgica.
Dalla Lettera Apostolica "Mane nobiscum, Domine", per l'Anno dell'Eucaristia, Giovanni Paolo II, 7 ottobre 2004 , n. 17

Questi canti servono per parlare di Gesù e a Gesù. L'anima di colui che canta a Gesù penetra nella Sua realtà di Luce e di Amore, quasi fosse attirato ad entrare dapprima nella Sua dimensione per poi sentirsi, vivo e palpitante, in risonanza con Lui che è il motore di tutto il creato, del visibile e dell'invisibile.
E questa risonanza diventa poi Comunione con Lui: "Non sei tu che Lo ricevi, ma è Lui che ti accoglie in Sé".
È importante proporre questi canti anche ai giovani, perché spesso essi imparano e assorbono molto anche dai testi veicolati proprio attraverso i canti.
Dalla introduzione di Don Stefano Varnavà alla raccolta Adoro Te devote. Canti all'Eucaristia e al Sacro Cuore di Gesù, Rugginenti editore

Ogni canto qui presentato è accompagnato da una proposta di drammatizzazione che ne permette l'utilizzo sia in un contesto formativo sia in una attività comunitaria
(testi di Don Stefano Varnavà)

Per ordinare clicca qui!