Riflessioni /Eucaristia/Bambini ed Eucaristia

Bambini ed eucaristia

Piccoli martiri


Tarcisio
Un anonima cinese

Piccoli santi


Domenico
Francesco e Giacinta
Nennolina
Imelda
Giovannino
Teresina
Giovanni
Veronica

bambini... come tutti noi


La sorellina di Gesù
la piccola Neli (4 anni)
Gustavo, il serafino - Il piccolo paralitico
La bambina coerente - Un orientale illuminata
Il presepio della pellerossa - Giovanni, il selvaggio

Il cuore dei bambini, prima che il mondo intervenga con le sue seduzioni e lo scandalo del cattivo esempio dei grandi (anche dei sedicenti cristiani, purtroppo) corrompa la loro purezza, è aperto alla dimensione spirituale più di quanto si creda. Nel Vangelo è detto che i loro Angeli "vedono continuamente il Padre mio che è in cielo" (Mt 18,10): e cosa significa se non che, rispecchiandosi nella loro anima capace ancora di affidarsi totalmente al Padre e di essere in contatto diretto con Lui, in loro trovano il Volto del Padre.

Vasta è la letteratura sulla profonda percezione di Gesù e dell'Eucaristia nei bambini, così come su episodi concreti che testimoniano la loro fede e la loro capacità di vivere l'incontro con Gesù Eucaristico in modo straordinario. Purtroppo ormai questi episodi storici sono dimenticati dai libretti formativi, anzi questi stessi libretti sono considerati "fuori moda" per un malinteso spirito di modernizzazione, e stanno scomparendo dagli scaffali delle nostre case e delle librerie.

In queste pagine presentiamo alcuni dei molti esempi che possono costituire la base concreta di una catechesi eucaristica a misura di bambino, e risvegliare la sua sensibilità verso quella dimensione spirituale e religiosa che il mondo tende ad ottundere sempre più precocemente.

Mentre gli episodi raccontati sono predisposti per bambini ed adolescenti, le pagine tematiche (che si aprono cliccando sulle voci in arancione riportate sopra questo riquadro) sono proposte alla meditazione degli educatori, siano essi genitori , sacerdoti o catechisti cui è affidata una preparazione cristiana di queste giovani anime:

- la Comunione ai bambini non appena raggiungono l'età della ragione (che ai nostri giorni è sicuramente più precoce di un secolo fa, quando S. Pio X ne stabilì in sette anni l'età media);
- l'istruzione necessaria, che non è di tipo intellettuale ma di cuore;
- la potenza della preghiera dei bambini per ottenere grazie di ogni genere, spesso anche miracolosi interventi nella storia;
- lo scandalo, che deve essere inteso nel senso più ampio e profondo se si vuole reagire alla perdita di valori nella vita familiare e sociale, opporsi alla "cultura della morte" che sta impregnando tutti gli aspetti della nostra vita, contrastare la subdola corruzione che pervade il mondo odierno attraverso i media e i modelli da loro proposti, fino a portare all'accettazione di ogni tipo di aberrazione come "normale" se non positiva in quanto sinonimo di modernità, ai compromessi con il mondo, a modelli e a valori negativi veicolati con tutti i mezzi, anche attraverso i giochi, l'editoria per l'infanzia e per ragazzi, la musica.