Programmi //Meditazioni eucaristiche

Meditazioni eucaristiche


Riscoprire l' Eucaristia



Ricevere l'Eucaristia è entrare in comunione profonda con Gesù. "Rimanete in Me e Io in voi" (Gv 15,4). Questo rapporto di intima e reciproca 'permanenza' ci consente di anticipare, in qualche modo, il Cielo sulla terra. Non è forse questo l'anelito più grande dell'uomo? Non è questo ciò che Dio si è proposto, realizzando nella storia il Suo disegno di salvezza? Egli ha messo nel cuore dell'uomo la 'fame' della Sua Parola (cfr Am 8,11), una fame che si appagherà solo nell'unione piena con Lui. La Comunione Eucaristica ci è data per 'saziarci' di Dio su questa terra, in attesa dell'appagamento pieno del Cielo. [n. 19]
Dalla Lettera Apostolica "Mane nobiscum, Domine", per l'Anno dell'Eucaristia, Giovanni Paolo II, 7 ottobre 2004

Un evento vissuto poco e male, questa è la realtà eucaristica per molti giovani, e non stupisce allora vedere chiese sempre più vuote e cristiani sempre più tiepidi e spesso incoerenti. L'Anno Eucaristico deve trasformarsi in una dimensione permanente del nostro essere: ecco perché presentiamo delle brevi meditazioni in forma di videoclip, perchè un tesoro, una perla preziosisissima non vada perduta o diventi insignificante.

"Se gli uomini conoscessero bene quale tesoro vi è nell'Eucaristia, bisognerebbe difendere i Tabernacoli con delle inferriate" (San Lorenzo Giustiniani)