Programmi /canta colora balla - E' Natale

La sulla montagna

Il Coro dei bambini di Pogliano MIlanese, diretto da Giovanna D'Apolito con Walter Muto per l'accompagnamento musicale, canta questo Gospel nella trascrizione italiana, invitando ad andare ad annunciare a tutto il mondo che è nato Gesù, il Salvatore. I disegni fatti dagli stessi bambini e la gestualizzazione del canto offrono un interesse e una vivacità inaspettate, capaci di attirare piccoli e grandi.

Il coretto di Pogliano Milanese nasce nel 1998 su iniziativa del coadiutore dell'Oratorio, don Enrico Bonacina, e della pianista Giovanna D'Apolito.
Fin dagli inizi lo scopo del coretto è stato quello di animare la S. Messa dei ragazzi di ogni domenica, e quindi c'è un impegno settimanale anche di preparazione, ogni sabato pomeriggio, nell'aula magna dell'Oratorio S. Luigi, con le due direttrici del coro, GiovannaD'Apolito e Lara Carnovali, con le animatrici e con l'organista Rosy Selmi.
Con il tempo le attività del coretto si sono allargate, e i bambini non si limitano solo a cantare la domenica mattina alla Messa, ma hanno arricchito il repertorio con diversi canti, anche non liturgici, in diverse lingue, con i quali si sono esibiti in varie occasioni per pubblici diversi.
Il coretto è sempre presente nei momenti "forti" della vita della comunità poglianese, specialmente nelle principali feste liturgiche, come Natale e Pasqua, e nelle celebrazioni sacramentali più rilevanti come le Prime Comunioni e le Cresime.
Attualmente l'organico è composto di 37 bambini dall'ultimo anno di asilo alla terza media, cinque animatrici e due direttrici.

La Sulla Montagna - Gospel


Famoso Gospel (il nome significa Vangelo, e si chiama così perché il testo di tali canti è tratto appunto dai Vangeli) americano, nella trascrizione e testo italiano di Don Stefano Varnavà per facilitarne la fruizione da parte del pubblico italiano, per farlo sentire più vicino alle sue tradizioni musicali, ma specialmente per farne comprendere il significato e il messaggio di evangelizzazione.

L'approccio seguito e valorizzato da Varnavà attraverso il suo gruppo St. Francis Voices è realizzare degli Spiritual con un accompagnamento jazz più vicino al cosiddetto Spiritual to swing che al Gospel tradizionale.
In tale genere viene presentata l'intera scena di riferimento del Nuovo Testamento, con canto a una o più voci sempre sostenuto da una "band" che a metà del brano esegue un intermezzo, talora gestualizzato o danzato.
Nel Gospel americano invece viene presa una frase, ripetuta in continuazione seguendo lo schema del "lancio" del solista conduttore e risposta del coro o dell'assemblea dei fedeli, e la musica è trattata a "riff" con ripetizioni che danno modo ai coristi di improvvisare movimenti e passi di danza, e agli strumenti di prodursi in assoli che accentuano l'aspetto folkloristico più che il contenuto cristiano.
Gli Spiritual to swing non vanno ovviamente utilizzati nelle funzioni liturgiche della Chiesa cattolica (mentre il Gospel è utilizzato nelle chiese protestanti, dove il rito è essenzialmente proclamazione e spiegazione della parola, non celebrazione dell'Eucaristia), ma costituiscono uno strumento di sostegno alla catechesi e alla formazione cristiana, e nelle forme sopra delineate possono anche permettere una piccola presentazione o "composizione di luogo" utile per un "annuncio" soprattutto ad un pubblico che non conosce il Vangelo.
I St. Francis Voices hanno al loro attivo due CD, "Finché sei in tempo" e "Ai fiori chiederò", pubblicati entrambi da Rugginenti Editore.

Nel canto "Là sulla montagna" la gestualizzazione è usata per rendere più assimilabile il testo, e l'elaborazione si presta perfettamente ad un canto coristico come quello presentato, in cui il Coretto di Pogliano Milanese trasmette con il canto e sottolinea con la gestualizzazione il messaggio: è nato il Signore Gesù, è nato per noi, e quindi tutti siamo chiamati ad annunciare al mondo questo straordinario evento d'amore.
Non bisogna temere, perché la Luce e gli Angeli sono con noi, sono le nostre guide nell'annuncio: un Bimbo, umile e apparentemente dimenticato, è venuto per amore a portarci a ritrovare la strada dell'amore!

Ecco il testo nella trascrizione di S. Varnavà:

Là, là sulla montagna, / sulle colline, vai ad annunciar
che il Signore è nato, / è nato, nato per noi!
Pastori che restate / sui monti a vigilar,
la Luce voi vedete: / la stella di Gesù.
Se il nostro canto è immenso / pastore non tremar.
Noi angeli cantiamo: / "È nato il Salvator!"
In una mangiatoia / un Bimbo aspetterà
che l'uomo ancor ritrovi / la strada dell'amor!"